Carmen Melis - soprano


Nata a Cagliari il 15 agosto 1885.

Morta a Longone di Serigno (Como) il 19 dicembre 1967.

 

Studia canto con il tenore Antonio Cotogni (1831-1918) e probabilmente anche con il tenore Jan De Reszke (1850-1925), infine con Carignani a Torino.

Debutta ventenne (1905) al Teatro Coccia di Novara nel ruolo del titolo in Iris di Mascagni, opera che ripropone l’anno successivo a Napoli, ottenendo un grande successo.

 

Nel 1907 è presente a Roma con Madama Butterfly, Fedora e Thaïs. Nello stesso anno si produce in una tournée in Russia e Polonia.

 

Nel 1908 sarà ancora Thaïs alla Fenice di Venezia, dove ritornerà nel 1922 in Manon Lescaut e nel 1926 in Madama Butterfly. Sempre nel 1908 porterà Thaïs anche al Massimo di Palermo, ritornandovi nel 1925 in Francesca da Rimini e Faust.

 

Tra il 1909 e il 1913 fa parte della Compagnia di Oscar Hammerstein presso l’Opera House Manhattan di New York, canta inoltre a Chicago e Boston, dove nel 1911, partecipa alla prima cittadina di La fanciulla del West, dopo averla studiata con lo stesso Puccini, mentre non canterà mai al Teatro Metropolitan di New York.

 

Nel giugno del 1911 è a Roma, ancora come Minnie nella Fanciulla del West, chiamata da Arturo Toscanini, per sostituire in tale ruolo Eugenia Burzio (1872-1922).

 

Nel 1912 canta all’Opéra di Parigi, dove il 26 maggio canta in La fanciulla del West al fianco di Caruso e Titta Ruffo e la direzione di Tullio Serafin, vi ritornerà nel 1916 con Manon Lescaut, Aida e Trovatore.

 

Nel 1913 è la volta del Covent Garden di Londra, dove affianca Enrico Caruso in “Pagliacci” (20 maggio).

Ritornerà nel 1929 come Musetta in “Bohème” e poi in Tosca, ma la voce ormai non era più quella di un tempo.

 

Al Teatro alla Scala di Milano, partecipa nel 1917 alla prima assoluta dell’opera Il Macigno di Victor De Sabata, e il 20 dicembre 1924 alla “prima” di La cena delle beffe di Umberto Giordano. Nello stesso Teatro canterà inoltre in Walkiria (Sieglinde), Il cavaliere della Rosa (Marescialla), Salomé, e Francesca da Rimini di Zandonai.

 

Nel 1925 la troviamo al Regio di Parma in La bohème (Mimì) e Manon a fianco di Lionello Cecil, vi ritornerà nel 1933, ormai a fine carriera, quale Sieglinde in La Walkiria in lingua italiana con Renato Zanelli nel ruolo di Siegmund.

Ancora nel 1925 sarà Tosca al Teatro Verdi di Trieste.

 

Oltre oceano si esibisce anche a Buenos Aires (Teatro Colon) tra l’altro in Der Rosenkavalier (Marescialla) e Sieglinde in (Die Walküre).

 

Canta ancora all’Opera di Roma in Zazà (Leoncavallo), Adriana Lecouvreur, Louise (Charpentier), Conchita (Zandonai) Wally, ecc.

 

Si ritira dalle scene nel 1935 e si dedica all’insegnamento a Pesaro, tra i suoi allievi, la più famosa fu Renata Tebaldi, che di Carmen Melis ebbe a dire: “ Tutto quello che avevo bisogno d’imparare per il teatro l’ho imparato da lei”.

Altra sua allieva famosa fu Rita Orlandi Malaspina.

 

In seguito insegnerà anche arte scenica a Milano.

 

Nel 1917 ha partecipato al Film “Il volo dal nido”.

 

Cantante attrice, dalla voce brillante e incisiva nel fraseggio, molto stimata da Giacomo Puccini. Fu completamente a suo agio di fronte alle nuove esigenze canore che erano venute a svilupparsi con l’avvento del “Verismo”.

Nel 1985 è stato pubblicato dall’editore Bardi un volume dal titolo:

Carmen Melis. “Una grande soprano del Verismo” di Gadotti Adonide. P.248

 

 

 

 

              --------------------------....................-----------------------------

 

DISCOGRAFIA

Il numero a fianco indica quello stampato nell’etichetta del disco pubblicato nel paese in cui la registrazione ha avuto luogo

Dischi acustici

Zonophone  -  U.S.A.  (1906-1907)

TOSCA  -  Mia Tosca (con B.Gasparini) - 12636

TOSCA  -  VISSI D’ARTE  - 12637

TOSCA  -  O dolci mani (con B.Gasparini) - 12638

TOSCA  -  Trionfal di nuova speme (con B.Gasparini) - 12639

BOHÈME  -  O buon Marcello (con F.Novelli) - 12693

BOHÈME  -  Sì mi chiamano Mimì - (numero mancante)

 

G & T  -  Milano  (1907)

JANA di R.Virgilio  -  Madonna ascolta - 53506

HERMES di A.Parelli  -  Figlio del mar - 53507

ALBATRO di U.Pacchierotti  -  resto così nel fascino - 53508

JANA   -  Or se l’antico (con R.Minolfi) - 54333

ALBATRO  -  L’Albatro è teco (con G.Taccani) - 054136

ALBATRO  -  La fata sei (con G.Taccani) - 054137

HERMES  -  S’io t’amo (con G.Taccani) - 054138

JANA  -  Gaddu alla triste casa (con G.Taccani) - 054139

 

Cilindri

Edison Cylinder Amberol  -  U.S.A.  (1908-1914)

TOSCA  -  vissi d’arte - 40011

ZAZÀ  -  Mamma? non l’ho avuta mai - 40013

ZAZÀ   -  Dir chi sono al mondo - 40016

ANDREA CHÉNIER  -  La mamma morta - 40027

AMICO FRITZ  -  Son pochi fiori - 40039

 

Dischi acustici

Fonotipia  -  Milano  (1915-1920)

BOHÈME  -  Sì mi chiamano Mimì - 69205

BOHÈME  -  Donde lieta uscì - 69206

TOSCA  -  non la sospiri - 69207

TOSCA  -  Vissi d’arte - 69208

LOUISE  -  Romanza di Luisa - 69209

MANON  -  Addio o nostro picciol desco - 59210

MADAMA BUTTERFLY  -  Un bel dì vedremo - 69271

MANON LESCAUT  -  In quelle trine morbide - 69272

ANDREA CHÉNIER  -  la mamma morta - 69273

FEDORA  -  O grandi occhi lucenti - 69274

 

Columbia  -  Milano,  dischi a due facciate  (1926)

D 5391   MANON  -  addio nostro picciol desco

               MANON  -  La tua non è la mano

D 5392   MANON  -  Or via Manon

               LOUISE  -  Da quel giorno

D 5393   MADAMA BUTTERFLY  -  Un bel dì vedremo

               MADAMA BUTTERFLY  -  Ancora un passo

D 5394   OTELLO  -  E un dì sul mio sorriso

               OTELLO  -  Esterrefatta, fisso

O 5395   FEDORA  -  O grandi occhi lucenti

               WALLY  -  Né mai dunque avrò pace

 

Nota: alcuni di questi dischi furono a suo tempo riversati in LP dalla casa discografica Rococò (1 LP)

e dalla casa discografica TimaClub (2 LP), credo inoltre che possano esistere dei riversamenti in CD dei quali però non sono per il momento a conoscenza.

 

OPERE COMPLETE

La Voce del Padrone HMV  -  Milano 1929

TOSCA  -  (Floria Tosca) - con Piero Pauli (Cavaradossi) e Apollo granforte (Scarpia), dir. Carlo Sabajno

14 dischi a 78 giri doppia facciata sigla: S 10142/55.

Questa edizione di Tosca è stata poi ristampata:

in LP  Discophile KS 10/11 (2 LP)

in CD  VAI -VAIA 1076 (2 CD)

            Preiser-PR20011 (2 CD)

 

Pietro Sandro Beato

Home
Home

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Gerhard Santos (lunedì, 16 luglio 2012 16:26)

    BEAUTIFUL PHOTO!!! Thanks for such an informative article and the extensive explanation, it's been very useful. Thanks and Good luck! *GOD BLESS*

  • #2

    sandro (lunedì, 10 dicembre 2012 14:49)

    sono alla ricerca di qualche disco a 78 giri della concittadina Il soprano Carmen Melis

  • #3

    u=10168 (sabato, 04 maggio 2013 06:01)

    I just shared this upon Facebook! My friends will really enjoy it!