Gastone Limarilli - tenore


Accedi a immagini
Accedi a immagini

Nervesa della battaglia (TV) 29 maggio 1927

Caerano di San Marco (TV) 30 giugno 1998)

 

 

(Nasce a Nervesa della Battaglia (Treviso) il 29 maggio 1927.

Contrariamente a quanto è affermato nella quasi totalità dei lessici, sia cartacei sia sul web, la vera data di nascita del tenore Gastone Limarilli è il 29 maggio 1927 e non il 29 settembre 1927 come riportato).

 

Inizialmente segue la tradizione di famiglia facendo il fotografo.

Studia al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia con Paolo Mirko Bononi.

Studia inoltre a Pesaro con Arturo Melocchi, il famoso maestro di Mario del Monaco, (consigliato proprio dal grande tenore).

Debutta ufficialmente il 21 dicembre 1955 al Teatro “Elena” di Sesto San Giovanni (MI) nel ruolo di “F.B. Pinkerton” in “Madama Butterfly” di Giacomo Puccini e subito dopo come “Turiddu” in “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni al “Teatro Alba” di Milano il 10 marzo 1956. Successivamente, risultando vincitore del concorso AS.LI.CO., assieme a Piero Cappuccilli, Giuseppe Lamacchia, Adriana Martino, Michele Molese, Marco Stecchi e Laura Zanini, debutta al Teatro Nuovo di Milano il 26 agosto dello stesso anno nel ruolo di “Canio” nei “Pagliacci”. Malgrado fossero tempi in cui non mancavano di certo le grandi voci di tenore, Gastone Limarilli si impone rapidamente sia in Italia che all’estero, come uno dei più richiesti tenori dell’epoca. 

Interprete solido e sicuro, tipicamente lirico-spinto, dalla voce limpida e svettante chiara nella dizione e ragguardevole nel volume, fu artista generoso. Non si risparmierà mai, producendosi senza concedersi le dovute “soste” in un repertorio molto oneroso con ruoli come: Radamès, Don Alvaro, Ernani, Don José, Dick Johnson, Calaf, Mario Cavaradossi, Andrea Chénier, Canio, Maurizio di Sassonia, Ernani, Giuseppe Hagenbach, Paolo, Renato Des Grieux, Manrico, ecc. che furono per lui il pane quotidiano, riuscendo a prodursi anche in settanta recite nel giro di poco più di tre mesi. E’ del tutto evidente che questi “tour de force”, a lungo andare, influirono negativamente su di un costante rendimento vocale, tuttavia, soprattutto nel decennio 1960-1970, il suo nome apparve nei cartelloni dei più importanti teatri italiani e internazionali, tra cui: lo Staatsoper di Vienna, l’Opera di Monte Carlo, il Covent Garden di Londra, Tokio, le Arene Estive di Caracalla (dove presto diventa un beniamino del pubblico), Macerata (Andrea Chénier 1970), Verona (Canio, Ismaele, Radamès, Don José, rispettivamente nelle stagioni 1960/62/63/65).

Durante una sua esibizione in “Turandot” al Maggio Musicale Fiorentino, un non meglio identificato articolista Bruno Slawirz (ex direttore del "Tirreno" di Livorno e grande appassionato di musica lirica) ebbe a scrivere della serata:

 

“… ma il personaggio più interessante della manifestazione è stato il giovane tenore Gastone Limarilli nella parte del Principe Ignoto: è in possesso di una voce tra le più importanti che ci siano oggi in arte; inoltre ha distinzione nel canto e possiede l’istinto del palcoscenico. Si tratta di un elemento che è ormai una sicura promessa della lirica, su cui incombe ora una grandissima responsabilità, dovuta al fatto di possedere una voce stupenda per colore ed estensione. Vorremmo consigliargli solo di usare con più parsimonia i suoi mezzi vocali per non rischiare di intaccarli: vorremmo infine che l’esuberanza giovanile non appannasse un metallo così prezioso…”

 

Il 26 gennaio del 1958 debutta allo Staatsoper di Vienna come Mario Cavaradossi in "Tosca" dove successivamente avrà modo di esibirsi anche in "Aida", "Pagliacci" e "Manon Lescaut".

Il 23 dicembre 1959 debutta al Teatro alla Scala di Milano nel ruolo di Ippolito nella “Fedra” di Ildebrando Pizzetti sotto la direzione di Gianandrea Gavazzeni, e nel 1961 riprende solamente per una recita Franco Corelli quale Arrigo ne “La battaglia di Legnano”, mentre nel 1962 si produce in "Il Tabarro" a fianco di Tito Gobbi e Clara Petrella, direttore Gianandrea Gavazzeni. Concluderà il suo rapporto con il massimo teatro italiano, nei mesi di marzo/aprile del 1963, interpretando il ruolo di Don José nella "Carmen" di Georges Bizet.

Nel 1958 canta al Massimo di Palermo in “Pagliacci” e nel 1965 in “Ernani” a fianco di Cornell MacNeil.

Nel 1959 è presente al Teatro della Pergola a Firenze ne “La battaglia di Legnano” (Arrigo) con Leyla Gencer e Giuseppe Taddei, città dove aveva già cantato l’anno prima “Turandot” (Calaf) al Giardino di Boboli e dove interpreterà ancora "Attila" (Foresto) con Boris Christoff al Teatro Comunale nel 1962 e "I Masnadieri" (Carlo) nel 1963, opera che canterà successivamente anche per la RAI nel giugno del 1971.

 

Molto proficuo il suo rapporto con la città Roma, dove si produrrà molto spesso, sia al Teatro dell'Opera, sia alle Terme di Caracalla tra l'altro in: "Carmen", "Andrea Chénier", "Nabucco", "Tosca", "La Wally", "Francesca da Rimini", "La Fanciulla del West", "Pagliacci", "Aida", "Turandot", “I vespri siciliani”, ecc.

Canta al Teatro Regio di Parma in “Ernani” (1963), "Andrea Chénier" (1965), "Adriana Lecouvreur" (1968), e in una famosa riesumazione di “Stiffelio” nel 1968 a fianco di Angeles Gulin.

Notevole anche la sua presenza al Teatro La Fenice di Venezia dove tra il 1962 e il 1974 si produrrà in: "Aida", "Pagliacci", "Manon Lescaut", "La Forza del destino", "Carmen", "Francesca da Rimini", "Turandot", "La Wally", "Nabucco", " Mosè" (Elisero) a fianco del grande Cesare Siepi.

 

Nonostante il suo repertorio includa principalmente titoli della "grande tradizione italiana", Gastone Limarilli non rinunciò mai a cimentarsi con successo anche in opere del repertorio contemporaneo come ad esempio "Fedra" di Ildebrando Pizzetti , "Il Tamburo di Panno" di Orazio Fiume, "Madame Bovary" di Guido Pannain, "I Shardana" di Ennio Porrino, "Monte Ivnor" di Lodovico Rocca.

 

Fece anche una fuggevole apparizione nel repertorio wagneriano, ovviamente eseguito in lingua italiana come d’uso all’epoca, interpretando nel gennaio del 1964 all'Opera di Roma il ruolo di “Walter di Stolzing” nei "Maestri Cantori di Norimberga" a fianco di Boris Christoff, Marcella Pobbe e Giuseppe Taddei e sotto la bacchetta di Tullio Serafin.

Dopo il 1975 la stella di Limarilli andò eclissandosi fino al suo ritiro dalle scene.

Costretto da una malattia invalidante, il 30 giugno 1998 si è spento tragicamente a Caerano San Marco in provincia di Treviso.

 

 

 

 

 

                                                     REPERTORIO

                          in ordine alfabetico per autore, quindi per opera

                                               43 ruoli in 41 opere

 

ALFANO Riccardo

 Resurrezione (Dimitri)

 -----------------

BELLINI Vincenzo

I Capuleti e i Montecchi (Tebaldo)

Norma (Pollione)

-----------------

BIZET Georges

Carmen (Don José)

-----------------

CATALANI Alfredo

La Wally (Giuseppe Hagenbach)

-----------------

CILEA Francesco

Adriana Lecouvreur (Maurizio di Sassonia)

-----------------

FIUME Orazio

Il Tamburo di Panno (Il giardiniere / Lo spirito)

-----------------

GIORDANO Umberto

Andrea Chénier (ruolo del titolo)

La cena delle beffe (Giannetto)

Fedora (Loris Ipanoff)

-----------------

LEONCAVALLO Ruggero

Pagliacci (Canio)

------------------

MASCAGNI Pietro

Cavalleria rusticana (Turiddu)

------------------

MUSORGSKIJ Modest

Khovancina (Andrea Kovanski)

------------------

PANAIN Guido

Madame Bovary (Leone Dupuis)

------------------

PIZZETTI Ildebrando

Fedra (Ippolito)

------------------

PORRINO Pietro

I Shardana (Torbeno)

-----------------

PUCCINI Giacomo

La fanciulla del West (Dick Johnson)

Madama Butterfly (F. B. Pinkerton)

Manon Lescaut (De Grieux)

Il Tabarro (Luigi)

Tosca (Mario Cavaradossi)

Turandot (Calaf)

------------------

ROCCA Lodovico

Monte Ivnor (Imar)

------------------

ROSSINI Gioachino

Mosé (Amenofi & Elisero)

Otello (Jago)

Zelmira (Antenore)

------------------

VERDI Giuseppe

Aida (Radames)

Attila (Foresto)

Un ballo in maschera (Riccardo)

La battaglia di Legnano (Arrigo)

Ernani (ruolo del titolo)

La forza del destino (Alvaro)

I Masnadieri (Carlo)

Nabucco (Ismaele)

Stiffelio (ruolo del titolo)

Il Trovatore (Manrico)

I vespri siciliani (Arrigo)

--------------------

WAGNER Richard 

I maestri cantori di Norimberga (Walter)

--------------------

 WEBER Carl Maria von

Il franco cacciatore (Max)

--------------------

ZAFRED Mario

Amleto (Laerte)

--------------------

ZANDONAI Riccardo

Francesca da Rimini (Paolo il bello)

 

                             ---------------------------------------------

 

                                              DISCOGRAFIA

La discografia di Gastone Limarilli è composta solo di registrazioni “live” delle quali fortunatamente alcune sono state messe in commercio. Di seguito vi elenco quelle a mia conoscenza. 

 

 

AIDA - Radames, con Gabriella Tucci, Adriana Lazzarini, Gian Giacomo Guelfi, Giuseppe Modesti, Paolo Dari,  dir. Arturo Basile - RAI di Roma 30.09.1960 - WALHALLA WLCD0302  - 2CD

 

ATTILA - Foresto, con Boris Christoff, Margherita Roberti, Gian Giacomo Guelfi, dir. B.Bartoletti  - Firenze 1.12.1962 - OPERA D’ORO - OPD1267 - 2 CD.

 

LA BATTAGLIA DI LEGNANO - Arrigo, con Leyla Gencer, Giuseppe Taddei, Paolo Washington, dir. V. Gui) - Firenze 10.05.1959 - MYTO - MYT 033281 - 2 CD.

 

ERNANI -  Ernani, con Margherita Roberti, Cornell MacNeil, Ivo Vinco, dir. F. Molinari-Pradelli) - Parma 1963 - HARDY CLASSIC - 2CD

 

LA FANCIULLA DEL WEST - Dick Johnson, con Magda Olivero, Lino Puglisi, dir. A Basile - Trieste 06.03.1963 - NUOVA ERA - 2 CD

 

LA FANCIULLA DEL WEST - Dick Johnson  - VIDEO - con Antonietta Stella, Anselmo Colzani, dir. O. De Fabritiis - Tokio 1963 - DVD VIDEO - VAI .

 

LA FORZA DEL DESTINO - Don Alvaro, con Elinor Ross, Silvano Carroli, Ivo vinco, dir. M. Rossi - Venezia Teatro La Fenice 04.01.1966 - MONDO MUSICA - MFOH 10431 - 3CD.

 

I MASNADIERI - Carlo, con Rita Orlandi-Malaspina, Bonaldo Giaiotti, Mario Petri, dir. F.Mannino) - RAI di Torino 1971 - MYTO - MYT 0011 - 2 CD.

 

NABUCCO - Ismaele, con Ettore Bastianini, Margherita Roberti, Paolo Washington, dir. B. Bartoletti) - Firenze 10.07.1959. - MYTO - MYT 00245 - 2CD

 

NORMA - Pollione, con Leyla Gencer, Fiorenza Cossotto, Ivo Vinco, Oliviero De Fabritiis) - Losanna 06.10.1966. - MYTO 2 CD

 

STIFFELIO - Stiffelio, con Angeles Gulin, Walter Alberti, Antonio Zerbini, Beniamino Prior, dir.P. Maag - Parma 29.12.1968 - GALA MUSIC - GALA 100783 - 2 CD

 

IL TROVATORE  - Manrico, con Antonietta Stella, Ettore Bastianini, Giulietta Simionato) - Tokio 16.10.1963 - GOLDEN MELODRAM OPERA LIVE GM50057 - 2 CD.

 

IL TROVATORE - selezione - Manrico, con Antonietta Stella, Ettore Bastianini, Giulietta Simionato) - Tokio 16.10.1963 - RODOLPHE RPC 32752 - 1 CD.

I VESPRI SICILIANI - Arrigo, con Leyla Gencer, Gian Giacomo Guelfi , Nicola Rossi -Lemeni, dir. G. Gavazzeni - Roma teatro dell’Opera 05.12.19 64. MELODRAM 2 CD.

ZELMIRA - Ilo, con Virginia Zeani, Nicola Tagger, Anna Maria Rota, Paolo Washington, Guido Mazzini, Dir. C. Franci) - Napoli 10.04.1965 -OPERA D’ORO - OPD1455 - 2 CD, Oppure GDS 2 CD.

 Inoltre è stato pubblicato dalla casa discografica PHOENIX CLASSICS un cofanetto con 2 CD dove Gastone Limarilli canta arie d’opera e canzoni napoletane.

 

Pietro Sandro Beato

 

Home
Home

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Luca Limarilli (martedì, 01 febbraio 2011 14:22)

    Grazie Papà

  • #2

    luciano (domenica, 18 dicembre 2011 22:02)

    Buona sera sig Luca Limarilli,il mio nome e' Gianni Luciano , ho avuto un grandissimo onore di conoscere suo padre di persona nel periodo che prestavo il servizio militare nei vigili del fuoco di Montebeluna TV nel 1966. Ora a distaza di anni rievocando ai miei nipotini del bel periodo trascorso in quella citta e caserma di aver conosciuto il tenore Gastone Limarilli, in un ocasione di ringraziare me e il brigadiere UGO BERGAMO allora capo distaccamento
    di alcuni lavori svolti nella sua casa come i poggioli
    in ferrobattuto ,si è fermato a mangiare e ho cucinato per lui,per me e stato una cosa stupenda conoscere e parlare con un grande ,spero che a distanza di anni questa mia gioia sia anche per voi.
    saluti .Gianni L.

  • #3

    Nicolas (martedì, 17 luglio 2012 17:02)

    THX for info

  • #4

    Andrea (Peschiera del Garda) (martedì, 02 aprile 2013 22:10)

    Una grande voce poco ricordata, purtroppo. Basta ascoltare il fulgore con il quale duettò con la grande Gencer ne "La battaglia di Legnano" di Firenze per comprendere la grandezza di una voce fulgida, tersa e dal metallo squillante. Per non parlare della chiarezza di dizione. Grazie Gastone!

  • #5

    Juicers Reviews (venerdì, 12 aprile 2013 20:02)

    I just shared this upon Facebook! My friends will really enjoy it!