Mary Garden - soprano


Accedi a immagini
Accedi a immagini
Accedi a discografia
Accedi a discografia

Aberdeen 20 febbraio 1874

Aberdeen 3 gennao 1967

 

Soprano Scozzese.

Nasce ad Aberdeen il 20 febbraio 1874.

All'età di nove anni Mary si trasferisce con la famiglia negli U.S.A e precisamente a Chicopee (Massachusetts), vive poi a Hartford (Connecticut) e infine a quattordici anni si stabilisce a Chicago, dove compirà i suoi primi studi di canto con Sarah Robinson-Duff.

 

Nel 1896 una ricca protettrice le offre la possibilità di andare a Parigi dove avrà l'opportunità di studiare con Jacques Bouhy, Mathilde Marchesi e Lucien Fugére.

 

Entra in amicizia con Sybil Sanderson (1865-1903) che la raccomanda a Albert Carré il direttore dell'Opéra-Comique. Debutta clamorosamente in questo Teatro nel 1900 nel ruolo di Louise (Charpentier), sostituendo a metà serata la protagonista Marthe Rioton (1868-1966).

Divenne il soprano principale dell'Opéra-Comique.

Nel 1902, imposta da Debussy contro Maurice Maeterlinck che avrebbe voluto al suo posto, la moglie Georgette Leblanc, crea il ruolo di Mélisande nel Pelléas et Mélisande. Interpreta per la prima volta all'Opéra Comique, La regina Fiammetta di Leroux (1903), Afrodite di Erlanger (1906), e partecipa ad alcune prime locali: Elena di Saint-Saëns, Risurrezione di Alfano (1927).

Canta nel ruolo di Manon, di Jean nello Jongleur de Notre-Dame (ruolo di tenore modificato per lei da Massenet), di Violetta, Tosca, Carmen, ecc.

Tornerà all'Opéra Comique sino alla fine della sua carriera, nel 1934.

Canta al Covent Garden nel 1902 nel ruolo diManon, e a Monte Carlo nel 1905 nella prima mondiale del Chérubin di Massenet.

Ha lavorato a stretto contatto con Jules Massenet, nelle cui opere eccelleva.

 

Nel 1907, Oscar Hammerstein convince Mary Garden a cantare per la Manhattan Opera House di New York, qui il 25 novembre 1907 con un immediato grande successo fa il suo debutto americano in Thaïs, successo che ripeterà nello Jongleur (1908), Sapho (1909) e Grisélidis di Massenet (1910).

Nel 1908 la ritroviamo a Parigi (Opéra) come Thaïs e in seguito nei ruoli di Marguerite, Juliette, Ophélie e Salome di Strauss alla prima all'Opéra del 1910.

Nello stesso anno è presente a Chicago (dove canterà fino al 1931), tra il 1910 e il 1913 canta in ruoli come Mélisande, Fanny Legrand in Sapho, Dulcinée in Don QuichotteCendrillon tutte di Massenet, il ruolo del titolo in Carmen di Bizet, e protagonista in Tosca di Giacomo Puccini. Durante questo periodo ha cantato anche in altre città americane; in particolare, il 25 febbraio 1911 a Philadelphia nella prima mondiale di Natoma di Victor Herbert e a Boston nella prima per gli USA di Monna Vanna di Février.

A Chicago ricoprirà anche la carica di direttrice per una stagione (1921-22).

 

Si ritira dalla scena cantando all'Opéra Comique di Parigi nel 1934 in "Risurrezione" di Alfano.

 

Fisico seducente, cantante-attrice di notevoli qualità tanto da guadagnarsi il "titolo" di Sarah Bernhardt della lirica.

 

Mary Garden è apparsa anche in due film muti realizzati da Samuel Goldwyn: Thaïs (1917) e The Sinner Splendid (1918). Ha inoltre inciso una quarantina di facciate a 78 giri per la G&T, la Columbia e la Victor.

Nel 1951 ha pubblicato la sua autobiografia, "Mary Garden's Story".

 

Come abbiamo visto trascorse l'ultima parte della sua infanzia e parte della sua della gioventù negli Stati Uniti prendendo la cittadinanza americana, pur vivendo in Francia per molti anni.

 

Alla fine si ritirò in Scozia, a Inverurie, nei pressi di Aberdeen, dove ha trascorso gli ultimi 30 anni della sua vita.

Muore ad Aberdeen il 3 gennaio del 1967.

 

 

Pietro Sandro Beato

Scrivi commento

Commenti: 0